Ultima modifica: 27 Settembre 2020

SPORTELLO “IO TI ASCOLTO”

Dal mese di ottobre tornerà ad essere attivo il servizio “Io ti ascolto”, curato dall’APSP Casa Mia, e aperto a tutte le famiglie, alle studentesse / agli studenti della Scuola Secondaria di Primo Grado e al personale docente e assistente educatore dell’Istituto Comprensivo Valle di Ledro.
Il servizio, gratuito per tutta l’utenza interessata, è finanziato esclusivamente grazie al sostegno della Cassa Rurale di Ledro.
Lo sportello “Io ti ascolto” è un servizio nato con lo scopo di promuovere un luogo, un tempo, dove è possibile essere ascoltati, essere accompagnati a trovare le risorse per affrontare in modo più efficace le proprie difficoltà e ad assumere scelte impegnative. È uno spazio personale e privato, gestito da una psicologa, dott.ssa Tania Fedrici, e da una pedagogista clinica, dott.ssa Sabrina Zanon, nel quale è possibile trovare un’occasione di confronto in un’atmosfera non giudicante e garante di privacy. Le due professioniste saranno presenti a scuola a momenti alterni. La presenza di due figure professionali offrirà la possibilità, a chi usufruirà dello sportello, di poter scegliere a quale figura rivolgersi in base alle necessità personali; le due figure, inoltre, lavorando assieme, avranno la possibilità di confrontarsi, integrando le differenti professionalità.
Il servizio si pone, nello specifico, le seguenti finalità:
a) per gli studenti
– migliorare la competenza relazionale delle/degli alunne/i (con i compagni e/o con le/i docenti, con le/i coetanee/i, con i genitori…);
– riflettere in modo condiviso sulle emozioni, cercare di comprenderle ed elaborarle per riuscire a modularle in modo funzionale al contesto in cui sono sperimentate (ansia scolastica, ansia sociale, paura del giudizio altrui, apatia, tristezza, sentimenti di inadeguatezza, rabbia…);
– fornire informazioni adeguate per aiutare le/i ragazze/i ad affrontare serenamente le scelte
complesse del periodo adolescenziale, prevenendo eventuali comportamenti a rischio;
– affrontare i momenti di difficoltà a scuola, aumentando la motivazione verso lo studio e trovando metodi funzionali al processo di apprendimento;
b) per i genitori
– condividere incertezze legate al rapporto con le/i figlie/figli, attivando risorse e modalità alternative per affiancarle/i e supportarle/i durante il loro percorso scolastico e di crescita;
– conoscere le risorse esterne alla famiglia a cui potersi rivolgere per chiedere un sostegno specifico;
c) per il personale docente e assistente educatore
offrire un supporto nella gestione delle dinamiche di classe, nel rapporto con le/i minori, le loro famiglie e le/i colleghe/i, migliorando le competenze comunicative e prevenendo situazioni di stress lavoro – correlato.

Informazioni spazio Io ti ascolto